Campionato

Una sconfitta che fa bene!

Sono passati pressoché due anni dall’ultima sconfitta per il rugby palermitano. “Quella di ieri è, più che mai, una sconfitta utile per la squadra”. Queste le parole del capitano Lo Bue, che aggiunge: “preferisco perdere una partita vedendo i ragazzi giocare così, che vincerla senza veder esprimere nemmeno il 50% del loro potenziale”.

Mischia Rugby Palermo
Mischia chiusa in una partita campo rugby palermo

Sul nuovissimo manto erboso del Paolone di Catania si è disputato ieri il secondo attesissimo match del campionato. Match che ha visto scontrarsi in una sfida intensa, ma corretta, due delle formazioni più compatte della serie C sicula.
Una sfida punto a punto che ha visto il tabellone muoversi nel primo tempo soltanto con la meta dell’Amatori Catania 1963 e restare fermo fino alla ripresa, dove – prima i catanesi e poi i palermitani – hanno inflitto all’avversario 3 punti ciascuno con due punizioni.

Negli ultimi 20 minuti di gioco le due squadre hanno dato vita ad una vera e propria battaglia tecnico-tattica dove i palermitani hanno tirato fuori tanta grinta, marcando addirittura una meta al 65° con una galoppata di Spinnato in seguito ad un intercetto da metà campo. L’entusiasmo dei palermitani viene, però, smorzato dalla decisione arbitrale di annullare la meta per un discutibile tenuto alto.
I catanesi nel frattempo marcavano altri 6 punti con due calci di punizione firmati Sapia.

Gioacchino La Torre

16-03 dunque il finale, che però lascia bene sperare coach La Torre, che afferma:“I complimenti vanno alla squadra di Cartarrasa e Trovato, che lavorano sodo da anni, ma noi siamo consapevoli di esserci presentati ad un appuntamento importantissimo di certo non con la formazione migliore, complici le assenze e gli infortuni di alcuni titolari. Sono comunque soddisfatto della prestazione corale e di come si siano integrati i tre under 18 al loro esordio con la prima squadra. Voglio che tutti lavorino intensamente perché quella nero-arancio diventi una formazione solida e compatta in ogni caso. Perciò rinnovo i miei complimenti alla formazione catanese, ma dai miei ragazzi mi aspetto una musica diversa al ritorno”.
📸 @frnrnd (Francesco Renda)

Puoi chiedere informazioni sulla pagina Contatti del sito e seguirci sui social sulla pagina fb Rugby Palermo e Instagram per non perdere le ultime novità della squadra.